CATALOGO
AUTORI
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
INVIA ANNULLA

NOTIZIE

Qualche consiglio di lettura per quest’estate

Kurt Lanthaler, Il delta

L’anguilla nebulosa del Po

“Si accosta alla porta, la nebbia, ed entra”: pare di galleggiare in un’atmosfera d’acqua e fango nel fiume Po - e poi di osterie e villaggi. Il delta narra il ritorno di Fedele, un orfano “spuntato” dalla sabbia del delta e ora allampanato cacciatore d’anguille, che cattura “quando il Po è grigio.”
Ida Bozzi, LA LETTURA del Corriere della Sera

 

 

Stefano Zangrando, Amateurs

Amateurs è un romanzo per lettori svegli e accorti e non solo per lettori curiosi. Che, pure, troveranno un ritmo e una tensione speciali.
Valentino e Gerwin, due amici, uno altoatesino, uno sudtirolese, si ritrovano a Berlino inseguendo amori, suggestioni d’arte e di lavoro (ben distinte, chissà perché), rifuggendo per fortuna dai luoghi comuni dei cosiddetti “creativi”.
Giancarlo Ricci, Corriere dell’Alto Adige

 

 

Madè Neumair, Quattrostorie

Quattrostorie è uno sguardo intimo, realistico, a volte ammiccante, a volte sconfortante sulla gioventù d’oggi – quella “normale”, che frequenta regolarmente la scuola, vive in famiglie più o meno agiate, in case comode e in camere confortevoli. È, per così dire, il racconto della faccia visibile, e anche di quella nascosta o da nascondere, della nostra società del benessere.
Alto Adige

 

 

Luciano Monzali, Giulio Andreotti

e le relazioni italo-austriache 1972-1992

Il libro corregge finalmente una visione distorta del ruolo dell’Italia nelle vicende storiche dell’Alto Adige. A cui ha contribuito quasi tutta la pubblicistica storica austriaca, tedesca e sudtirolese. E spesso anche i pochi libri italiano o altoatesini. L’Italia, in sostanza, ha “voluto” l’autonomia così com’è. Ne ha pure previsto gli sviluppi, altroché “limoni spremuti”, perché ha lasciato (lucidamente) aperte le strade per una sua articolazione.
Paolo Campostrini, Alto Adige

 

Archivio