CATALOGO
AUTORI
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
INVIA ANNULLA

EVENTI E PRESENTAZIONI

22 gennaio, Brescia

 

giovedì, 22 gennaio, ore 17.30
Libreria Rinascita

via Calzavellia 26

Brescia


PRESENTAZIONE DEL LIBRO

Peppe Dell'Acqua

Non ho l'arma che uccide il leone

 

Massimo Fava, stop OPG Brescia
discute con l’autore
Peppe Dell’Acqua
sarà presente
Laura Castelletti, assessora alla cultura e all’innovazione tecnologica del Comune di Brescia


Non ho l’arma che uccide il leone è un libro testimonianza che raccoglie, come dice lo stesso sottotitolo “La vera storia del cambiamento nella Trieste di Basaglia e nel manicomio di San Giovanni” e che si rivolge non agli specialisti, non ai tecnici, non agli storici, ma a tutti coloro che vogliono sapere e alle giovani generazioni. Pubblicato per la prima volta nel 1980 dall’Editoriale Libraria di Trieste, a poca distanza dall’approvazione della Legge 180, con una seconda edizione nel 2007 a cura di Stampa Alternativa, il libro conserva anche in questa terza edizione una presentazione inedita di Franco Basaglia, i disegni di Ugo Guarino e i contributi di Pier Aldo Rovatti e Franco Rotelli.

 


 

giovedì, 22 gennaio, ore 20.30
Cinema Nuovo Eden
via Nino Bixio 9
Brescia


PROIEZIONE DEL FILM

IL VIAGGIO DI MARCO CAVALLO
film documentario di Erika Rossi e Giuseppe Tedeschi
fotografia: Daniel Mazza
montaggio: Beppe Leonetti
produzione: Edizioni alphabeta Verlag, Collana 180 Archivio critico della salute mentale

Introduce
Luciano Pedrazzini, stop OPG Brescia

Laura Bergamini, giornalista
intervista
Peppe Dell’Acqua, diretto collana 180 Archivio critico della salute mentale


Marco Cavallo è un cavallo di legno e cartapesta costruito dagli internati del manicomio di Trieste nel 1973, simbolo dell’abolizione di un orrore risalente al codice penale del 1930. Ma la chiusura dei cosiddetti OPG, Ospedali Psichiatrici Giudiziari, continua a essere rimandata, nonostante il monito di Napolitano. Nel novembre del 2013 Marco Cavallo è tornato a viaggiare attraverso 16 città, 10 regioni e 6 manicomi criminali. Un viaggio che è una denuncia indignata per risvegliare coscienze fin troppo sopite.






Erika Rossi

(Trieste, 1974) si è specializzata in Audiovisual Media Studies all’Università Cattolica di Milano. Dal 2004 lavora come autrice per Rai3 ed è regista di documentari. Dal 2005 collabora come filmmaker con il dipartimento di salute mentale di Trieste.
Filmografia: Porrajmos, a forza di essere vento (doc., 2004), Questioni di Pelle (doc., 2005) Navighiamo a vista (doc., 2007), Trieste racconta Basaglia (doc., 2012).






Giuseppe Tedeschi
(Merano, Bolzano, 1976) si è diplomato alla Scuola di cinema documentario internazionale
e nuovi media Zelig. Ha lavorato come assistente e aiuto regista su diversi set cinematografici e documentaristici.
Filmografia: Eurotel (doc., 2007), The Small Kingdom of Lo (doc., 2010).











 

Archivio