CATALOGO
AUTORI
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
INVIA ANNULLA

EVENTI E PRESENTAZIONI

8 aprile, Bolzano

  

 

 

kultur) forum (cultura presenta
Come nasce la cultura? Dialoghi al camino
Miteinander | Vivere in mezzo
Nel Salone delle Dame del Parkhotel Laurin Hans Karl Peterlini a colloquio con Aldo Mazza

 


lunedì, 8 aprile, ore 20.30

Salone delle Dame del Parkhotel Laurin
via Laurin 4
Bolzano

 

Due nuovi protagonisti, due lavori, due professioni e due storie personali molto diverse per i dialoghi al camino del Salone delle Dame del Laurin. Eppure queste storie, questi lavori, questi personaggi a un certo punto si incontrano: si incontrano in un luogo reale, l’Alto Adige, e si incontrano idealmente, alla ricerca di una competenza, la competenza interculturale.

Hans Karl Peterlini è un protagonista di lungo corso del giornalismo moderno di questo territorio. Direttore del settimanale FF e, per il periodo della sua esistenza, di Südtirol Profil, ha contribuito in maniera significativa alla sua emancipazione, dalla politica, da varie sudditanze e vecchie incrostazioni sia linguistiche che contenutistiche. Da tempo studioso della storia della nostra provincia se è dedicato soprattutto ai vari periodi dei recenti conflitti, anche violenti, in Alto Adige (Bomben aus zweiter Hand, 1993; Südtirols Bombenjahre, 2005).
Dopo la sua carriera giornalistica, Peterlini si è dedicato alla ricerca in campo sociale e ha pubblicato, tra gli altri, un saggio psicoanalitico sui personaggi mitici del Titolo (Freiheitskämpfer auf der Couch, 2010) e, anche in italiano, una ricerca sull’identità dei sudtirolesi (Capire l’altro, 2012).

L’occasione per questo colloquio nasce invece da un’altra ricerca, svolta dallo stesso Hans Karl Peterlini e da Lynne Chisholm per l’Università di Innsbruck, dal titolo La scarpetta di Cenerentola. Gioventù e competenze interculturali in Alto Adige/Südtirol, edita nel 2012 da Edizioni alphabeta di Merano.
Cosa c’entra la favola di Cenerentola, si domandano gli autori in quarta di copertina, con le moderne culture giovanili e la fastidiosa e noiosa domanda delle identità culturali? La scarpetta di Cenerentola è una metafora per le costrizioni identitarie. Proprio perché promette un riconoscimento sociale, le sorelle di Cenerentola cercano in tutti i modi, anche a costo di ferirsi, di entrare nella scarpetta. Solo Cenerentola riesce a farlo con facilità: la scarpetta è della sua misura.
Il progetto “Giovani e identità interculturale”, a partire dall’esempio dell’Alto Adige/Südtirol, scandaglia le soglie di inibizione culturale, sociale e politiche, dove così spesso i giovani vedono frenate la loro curiosità culturale, la voglia di incontro e la loro apertura. Una descrizione di culture giovanili tra tendenze alla regressione e incoraggianti aperture.

Aldo Mazza è direttore della cooperativa Alpha&Beta e si occupa da vari decenni della convivenza in Alto Adige. Fondatore di una scuola di lingue, si è occupato fin da subito delle condizioni sociali e psicologiche che favoriscono o ostacolano l’apprendimento in particolare della seconda lingua. Arrivato dalla Campania in Alto Adige in età adulta, ha imparato il tedesco e si è inserito da protagonista nella Weiterbildung e nella vita pubblica del Sudtirolo. Oltre a numerosi articoli sulla convivenza in Alto Adige, sull’insegnamento e l’acquisizione delle lingue e alla produzione di diversi materiali didattici per l’insegnamento delle lingue ha pubblicato poco fa, insieme al giornalista Lucio Giudiceandrea, le sue riflessioni sulla situazione attuale in Alto Adige e sui possibili scenari futuri (Stare insieme è un’arte, 2012).

Il dialogo al camino parlerà due lingue, come i suoi due ospiti


Hans Karl Peterlini, Lynne Chisholm
La scarpetta di Cenerentola
Gioventù e competenza interculturale in Alto Adige/Südtirol. Ricerca su una ricchezza disconosciuta

Aschenputtels Schuh
Jugend und interkulturelle Kompetenz in Südtirol/Alto Adige. Forschungsbericht über einen verkannten Reichtum

Edizioni alphabeta Verlag, 2012








 



 

Archivio